Kombucha – che cos’è? Quali sono le sue proprietà?

KombuchaIl Kombucha (kombucha) è una bevanda a base di tè fermentato, delicatamente frizzante, con un gusto piacevolmente aspro e leggermente fruttato. I suoi sostenitori gli attribuiscono molti benefici per la salute. Quali proprietà ha il kombucha?

Il kombucha è originario della Cina, dove è stato apprezzato per le sue proprietà stimolanti e disintossicanti per secoli. È particolarmente popolare nei paesi dell’Europa orientale, in Russia, ma anche in Cina, Giappone e Corea.

Il nome della bevanda è un composto delle parole Kombu e cha. Il primo è il nome dell’uomo della medicina che ha reso famoso il kombucha, e il secondo significa “bevanda” in giapponese.

Cos’è il kombucha?

Il Kombucha è ottenuto attraverso la fermentazione del tè dolce (circa il 5-10% di zucchero) da una cultura simbiotica appositamente preparata di batteri dell’acido acetico (può anche contenere batteri dell’acido lattico) e lievito SCOBY (Symbiotic Culture of Bacteria and Yeast), comunemente noto come fungo.

Il processo di fermentazione avviene a temperatura ambiente di solito circa 7-14 giorni (la composizione del kombucha può variare a seconda del produttore e del processo di produzione che utilizzano). Per fare il kombucha si usano vari tipi di tè, ma quello tradizionale è il tè nero

con zucchero bianco. Durante il processo vengono prodotti molti composti bioattivi che possono avere un effetto benefico sul nostro corpo.

Il kombucha appartiene al gruppo degli alimenti fermentati, cioè è creato nel processo di fermentazione – crescita di batteri e trasformazione di alcuni componenti in altri con la partecipazione di enzimi (ad esempio lo zucchero in etanolo). Le bevande a base di kombucha contengono soprattutto microrganismi vivi.

Proprietà del kombucha

Il kombucha contiene zucchero, ma anche fibre, acidi organici (per esempio acido glucuronico e L-lattico), vitamine dei gruppi B e C, polifenoli, etanolo e componenti minerali, cioè rame, ferro, manganese, potassio e zinco. È caratterizzato da un basso pH (reazione acida) dovuto a un alto contenuto di acido acetico,

Da qui le sue proprietà antibatteriche.

Le prove scientifiche che indicano possibili effetti benefici del bere kombucha sulla salute sono limitate. In studi su animali e in laboratorio, si è scoperto che il kombucha ha proprietà antibatteriche e antimicotiche, così come proprietà antiossidanti (protettive contro i radicali liberi), può stimolare il sistema immunitario e influenzare il controllo glicemico. Ci sono pochi studi umani, nessuno studio sull’effetto del consumo di kombucha sulla composizione del microbiota intestinale.

La sicurezza del consumo di kombucha e il suo effetto sul corpo umano non è stato sufficientemente provato in studi scientifici.

Lo SCOBY è comunemente indicato come fungo del tè.

Il kombucha è sicuro?

Proprietà del kombuchaCi sono state anche segnalazioni sporadiche di reazioni avverse associate al consumo di questa bevanda,

compreso:

  • iponatriemia (diminuzione della concentrazione di sodio nel sangue),
  • acidosi lattica,
  • epatite acuta in una persona che lo consuma quotidianamente per 2 anni.

Pertanto, si consiglia cautela nel consumo di kombucha, soprattutto se preparato in casa. Anche se è indicato che non dovrebbe costituire una minaccia per le persone sane se bevuto nella quantità di 4 once, o circa 100 g al giorno. Vale la pena ricordare che il kombucha contiene anche una piccola quantità di alcol – circa 0,7-1,3%, quindi è controindicato, per esempio, nelle donne incinte.

Ricetta Kombucha

Gli ingredienti necessari per preparare il kombucha tradizionale sono:

  • 4 bustine di tè nero;
  • 100 g di zucchero bianco;
  • 1 litro di acqua filtrata;
  • SCOBY, il cosiddetto fungo (circa 24 g/1 litro).

Ricetta per preparare il kombucha

  • Per prima cosa preparare e addolcire il tè. Una volta che i fondi del tè si sono raffreddati e sono stati filtrati, versare il liquido in un recipiente di vetro pulito, come un barattolo, e aggiungere il cosiddetto fungo (SCOBY).
  • Coprirlo con un materiale traspirante, avvolgerlo con un elastico e lasciarlo in un luogo buio e caldo (18-26◦C).
  • Aspettiamo circa 7-10 giorni. Trascorso questo tempo, togliete il fungo.
  • Filtrare il kombucha e versarlo in un altro recipiente, che poi conserviamo in frigorifero.
  • nel frigorifero.
  • Nel barattolo con i funghi, lasciare un po’ di liquido. La prossima volta sarà il nostro antipasto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *